www.bertinettobartolomeodavide.it

 

Joystick Arcade con Microswitch fai da te

I videogiochi prodotti negli anni ottanta e novanta del secolo scorso sono i miei preferiti ed ancora ora che vado verso i 50 anni adoro giocarci... e anche realizzarli... Un paio di anni fa mi sono procurato un cabinato arcade da bar ed utilizzare quei comandi con microswitch è impagabile. Poco dopo mi sono procurato un Sega Mega Drive, consolle da gioco che ho sempre desiderato da ragazzino ma che non ho mai avuto data la presenza nella mia cameretta del Sega Master System, ho rimediato nei nostri giorni. Il Sega Mega Drive è dotato di un buon Joypad a tre pulsanti, utile per quasi la totalità dei videogames. Tuttavia titoli come Street Fighter 2 richiedono 6 pulsanti. Così cercando sul web ho trovato una versione di GamePad a 6 tasti ma di fattura molto scadente e dopo poco tempo i tasti hanno smesso di funzionare. Che fare? L'idea è presto arrivata pensando ai vecchi Arcade a Bar per unire i comandi attraverso un certosino lavoro di saldatura alla scheda madre di quel Pad scadente.

Detto e fatto, ho comprato su Ebay i comandi sfusi con tasti e levette basati su microswitch, con tanto di cavetteria e perfino due piastre per il collegamento USB! Cosa che mi permette di collegare la periferica di gioco anche ai PC moderni ed utilizzare MAME e altri emulatori retrò come se si trattasse di una vero videogioco d'altri tempi.

Non appena è arrivato tutto il materiale, sono andato in ferramenta per procurarmi una scatoletta elettrica necessaria a contenere tutto l'hardware.

 

Pertanto ho gambizzato il joypad scadente e non più funzionante che avevo a 6 tasti e con un minuzioso lavoro di saldatura, ho ancorato sulle piste i vari tasti e comandi arcade. Con un lavoro di ritaglio del contenitore in plastica, foratura per viti... Devo scrivere che la parte più complicata è stata quella di gestire l'alto numero di fili all'interno della scatola dato che bastava veramente poco per staccarne uno!

Ho pensato di realizzare un doppio collegamento partendo dal joypad classico compatibile Mega Drive, in combinazione con la piastra USB, in modo da poter avere il doppio attacco 9 pin per le vecchie piattaforme e il moderno USB.

A cose fatte, sono stati necessari alcuni test ma tutto ha funzionato bene. Una grande soddisfazione. Ho aggiunto un settimo tasto laterale con la funzione di START.

Finito il lavoro ho mascherato bene tutte le componenti con il nastro da carrozziere per la verniciatura. La mia intenzione era quella di usare il colore nero ma poi in casa avevo solo quello oro, così ho ripiegato.

Giusto il tempo di far asciugare la vernice e via con i test su tutte le piattaforma che ho in casa:


 

Sono molto soddisfatto di questa periferica 'fai da te' e appena avrò il tempo ne realizzerò un secondo per il PLAYER 2. Infatti l'acquisto fatto su Ebay dei comandi arcade comprendeva il materiale per due Joy al prezzo di 50e scarsi comprese spese postali! 7,99e di gamepad da gambizzare, un po' di filo elettrico e la scatola per altri 8 euro, tutto è fatto. La cosa che impegna di più è senz'altro la manodopera ma poi la soddisfazione nell'utilizzo è senza eguali.

 

L'ultimo passaggio è quello di procurarmi un cavo da 2 metri per allungare quello in dotazione al vecchio PAD 9 pin dato che ad ora è molto corto! Rimedierò...