www.bertinettobartolomeodavide.it

 

 


Disegni a matita

 

Inserisco in questa pagina qualcuno dei miei scarabocchi, sono tutti a matita e realizzati nei momenti morti, rari, dove non so che fare... Prendo una foto e la copio. Vado in vacanza e ricopio un paesaggio, vedo una persona o un oggetto e lo disegno... Insomma ammazzo il tempo. Alcuni fanno schifo altri sono passabili. Forse dovrei dedicare più tempo a questo hobby ma non lo trovo. Per me disegnare è un antistress. In questa pagina racchiudo tutto, dato che solitamente i miei lavori realizzati negli anni sono sempre andati persi, grazie a questa soluzione resteranno archiviati.

 

Monviso al tramonto da una foto di un amico catturata da Whatsapp

Esperimento a pastelli, con livelli di colore dallo scuro al chiaro, dal basso all'alto, senza dettagli definiti ma che rimarcano la distanza tra i vari strati montani.

 

Una corsa che non finisce

Altro disegno a matita che nasce dalla mia fantasia, prima realizzato in bozza su Commodore Amiga con Lightwave 3D 5.0, visibile qui e poi manualmente riportato su carta alla 'vecchia maniera'

Nella vita la corsa è permanente, non solo nello sport. Passo dopo passo si va avanti, senza vedere una fine... Magari per lasciarsi qualcosa alle spalle. Cercando di essere padroni della strada come del destino, a volte procedendo contromano pur di avanzare costantemente! I monti sempre lontani che all'apparenza non si avvicinano mai anche se indicano la direzione da seguire per arrivare all'obbiettivo. Il Monviso sempre visibile col sole che scandisce il tempo che passa su un cielo limpido. Cartelli, paracarri, pali e puro asfalto che scorre sotto i nostri piedi, forse mentre siamo alle prese con una distanza ultra...

 

 

Marina, Aurora, Giada - Scatto da noi a Pasqua

 

Quella Lola lì!

Con questo disegno prende forma in me una domanda concreta che si ripresenta da quando esiste l'arte nella storia dell'uomo per come la conosciamo dal medioevo in poi... Con tutte le sue trasformazioni. Ma l'artista è 'vero' se lo fa per vocazione o perché lo diventa grazie allo studio?! L'artista è di più che un 'fotocopiatore'?! Un disegno dovrebbe essere unico, anche se preso dalla realtà e non una copia 'esatta' di una fotografia. Dentro il disegno dovrebbe esserci la 'mano dell' autore che reinterpreta quello che vede, non una mera copia fedele all'originale! Come sempre in tutti i settori in cui mi cimento sto rimettendo tutto in discussione per trovare la mia strada. Da bambino disegnavo continuamente, partecipavo a concorsi e mostre per la scuola fino alle medie. Poi ho smesso all'improvviso in favore di altre passioni. Credevo di non esserne più capace e poi a 44 anni ho ricominciato ed ora che è passato circa un anno riesco di nuovo a riprodurre quello che ho in mente ma non voglio fermarmi qui. Credo che andrò oltre per dare forma ad uno nuovo stile che parte dalla computer grafica fatta su Amiga per la realizzazione di 'mondi e pensieri' nuovi e arrivare alla matita... Ho già fatto qualche esperimento in questa direzione e ci proverò ancora.

 

Alba dalla finestra di casa, da uno scatto fotografico in un mattino particolare... Verso Staffarda

 

 

Virgy fresca di pettinatrice a Envie, qualche giorno fa

 

 

Sull'orlo del precipizio, dalla grafica su Commodore Amiga alla matita... Prima di una serie di immagini frutto di pura fantasia che inizierò a realizzare. Senza collegamenti con la realtà.

Altri dettagli sulla realizzazione: qui

Il pensiero generante è stato: "La persona che spesso si trova in bilico sull'orlo del precipizio in molte situazioni della vita, poi forse cade oppure si salva, non ci è dato saperlo!"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Macchia, il mio compagno di avventure di ogni genere. Le lunghissime escursioni. I riposini a casa. La compagnia che sapevi darmi. Un figlio per me. Ciao piccolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INDIETRO







INDIETRO